MA-TE leggi?

Su questo blog, ogni anno, inserisco alcune proposte di lettura. Le chiamo proposte, perché ciascuno può scegliere un libro che vuole tra quelli che vi propongo, ma è un’attività obbligatoria, che tutti dovete fare e che sarà valutata.

Cercherò di spiegami bene, anche se questo significherà fare un articolo lungo lungo.

In sostanza, è tutto molto semplice: ciascuno di voi dovrà leggere un libro entro la fine del primo quadrimestre (31 gennaio 2018) e farne una piccola recensione per questo blog (da pubblicare entro il 30 aprile 2018).

Vediamo i particolari.

Come scegliere il libro

Dovrete scegliere un libro tra quelli proposti nella categoria Libri classe prima.

Per scegliere quale libro leggere, dovete leggere le recensioni scritte dai vostri compagni degli anni precedenti. Cliccando su ciascun titolo si aprirà l’articolo relativo a quel libro. Nell’articolo trovate alcune righe scritte da me e alcune recensioni scritte da altri alunni delle vostra età che hano letto il libro prima di voi. Ponete attenzione alla lunghezza del libro, al genere, a coloro ai quali i vostri coetaei hanno consigliato la lettura del libro e poi… decidetevi!

Che cosa deve contenere la recensione

La recensione dovrà contenere:

  • una breve descrizione della trama o della struttura del libro;
  • un commento motivato (ti è piaciuto il libro? perché?);
  • un consiglio motivato (a chi consiglieresti la lettura del libro? perché?).

Che cosa verrà valutato della recensione

Nella valutazione della recensione verranno considerati:

  • la puntualità nella consegna;
  • l’uso di un linguaggio adatto al blog;
  • la pubblicazione nel blog al posto giusto;
  • la correttezza ortografica, grammaticale e sintattica;
  • la presenza della trama o della struttura del libro;
  • la presenza di un tuo commento relativo al libro (ti è piaciuto? perché?);
  • la presenza di un tuo consiglio motivato.

8 thoughts on “MA-TE leggi?

  1. Questo libro non mi è piaciuto perché non mi piacciono gli argomenti scientifici infatti parla di 3 donne che Fanno ricerca sui primati per dimostrare che le scimmie sono intelligenti però lo consoglio a chi piace il tema scientifico io preferisco i libri horror .ciao prof 🙂



  2. Logicomix è un fumetto che racconta la vita e la passione di Bertrand Russel per la matematica.
    Un logico a caccia di risposte sui fondamenti della matematica,
    ossia sulla natura della realtà matematica, sulle ragioni che rendono valida una dimostrazione.

    Tutto ebbe inizio quando Bertrand Russel fu chiamato ad esprimere il suo parere sull’intervento degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale.
    Comincia a raccontare dalla sua infanzia fino ai tormentati amori della maturità,
    che si intrecciano alla sua storia di scienziato e di filosofo, che getta le fondamenta della logica moderna credendo che le precedenti stessero per morire, data la mancanza di dimostrazioni, essendo queste basate sull’intuizione.

    Un dialogo che mi ha molto colpito, durante la letture di questo libro è una conversazione con un ragazzino, di cui riporto alcuni tratti…

    …Bertrand: “Si’,…è dimostrato…1più1=2″
    Eric:”Non ho capito…perchè 362?…pagine per dimostrare che 1più1=2?”
    Bertrand:”Hm…come posso spiegartelo?…E’ IL PREZZO DA PAGARE PER ESSERE ASSOLUTAMENTE CERTI.”

    Il libro mi ha interessato molto perchè nonostante gli argomenti siano complicati, la lettura mi è risultata molto scorrevole,
    perchè presentata sotto forma di fumetto.
    In ogni caso alla fine del libro c’è un glossario contenente la spiegazione di alcuni dei termini più complicati.
    Questo libro mi è piaciuto molto perchè tratta di argomenti realmente accaduti nella Stati Uniti e della logica.

    Consiglio questo libro agli amanti della logica, del ragionamento e dei rompicapi perchè come diceva Bertrand…
    ” SE LA LOGICA NON TI AFFASCINA,PUO’ ESSERE SOLO UN PERDITEMPO,MA SE TI PIACE…PUOI VIVERLA COME UN GIOCO.”





  3. Il libro che ho letto ha come protagonista Alice, una bambina che seguendo un coniglio bianco, si ritroverà a scendere lentamente nella sua tana, in cui vivrà tantissime avventure surreali, tra animali parlanti, dolcetti che le permettono di cambiare statura a suo piacimento.
    “Seguendo un coniglio bianco, Alice cade dentro ad una tana, ma si ritrova a scendere, lentamente, in uno strano tunnel. Arrivata in fondo, trova una stanza piena di porte, ma tutte chiuse e tutte minuscole. Guardando attraverso una serratura, vede un bellissimo giardino e vuole raggiungerlo, ma è troppo grande. Allora su un tavolo di vetro, vede una chiave, ma, lei, è comunque sempre troppo grande per passare attraverso la porta. Successivamente scorge una bottiglia con su scritto “bevimi”. Infatti il contenuto la fa rimpicciolire, ma poi si accorge di aver lasciato la chiave sul tavolo.
    Assaggiato un pasticcino comparso dal nulla con su scritto “mangiami” diventa enorme, e può così riprendere la chiave lasciata sul tavolo, per poi bere un goccio del contenuto della bottiglietta che la fa ritornare minuscola…”
    Questo è l’inizio della storia del libro che ho letto e che mi è piaciuto moltissimo perchè mi piacciono molto i libri che hanno storie inventate perchè ti fanno uscire dalla “normalità” in cui viviamo tutti i giorni.
    Questo libro lo consiglierei alle ragazze, ma anche ai ragazzi, che hanno molta fantasia perchè è una storia surreale.


    1. Sì, direi proprio che è una storia surreale e che ti porta in un mondo che è tutto fuorché “normale”! Non ho capito se quella tra virgolette è una citazione: mi dirai a scuola!


Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.