Tag Archives: romanzo

Il libro di Charlotte. A Wonder story

R.J. Palacio
Il libro di Charlotte. A Wonder story
Giunti, 2016
ISBN 9788809818057
pagg. 160 – euro 10

E’ il proseguimento di Wonder, di Il libro di Julian. A Wonder story e di Il libro di Christopher. A Wonder story. Vietato quindi a chi non ha già letto, per l’appunto, sia Wonder che Il libro di Julian. A Wonder story che Il libro di Christopher. A wonder story.

Puoi trovare informazioni riguardanti questo libro anche su:

Wonder

R.J. Palacio
Wonder
Giunti, 2013
ISBN 9788809058347
pagg. 285 – euro 9,90

Copertina di "Wonder"

Raccontato da diversi punti di vista, è un libro che ci invita a “non giudicare una persona dalla faccia”. Ed è un libro molto divertente, e commovente allo stesso tempo. O forse sono io che invecchio e mi commuovo come una bambina!

Puoi trovare informazioni riguardanti questo libro anche su:

La cosa più incredibile

Christian Frascella
La cosa più incredibile
Salani, 2015
ISBN 9788869180361
pagg. 288 – euro 14,90

Copertina de "La cosa più incredibile"

LA COSA PIU’ INCREDIBILE

Inizia come un tema, scritto su un foglio di protocollo, come compito per le vacanze estive. Ne nasce un romanzo, a metà tra favola e noir…

Puoi trovare informazioni riguardanti questo libro anche su:

  • il sito di Biblioragazzi, un blog di promozione della cultura e della lettura;
  • il sito della casa editrice Salani.

Lidia che detesta la matematica

antonella sacco
lidia che detesta la matematica
scienza express, trieste, 2013
ISBN 978-88-96973-25-7
pp. 164, euro 12,00

Copertina di "Lidia che detesta la matematica"

Puoi trovare informazioni riguardanti questo libro anche su il sito dell’editore Scienza express. 

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte

Mark Haddon
Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte
Mondadori, 2006
ISBN: 9788804547310
pagg. 247 euro 11.50

Copertina de "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte"

Ho letto questo libro pochi anni fa e mi è piaciuto molto. Forse sono stata influenzata dal fatto che, in quel periodo, in una delle mie classi c’era un ragazzino autistico, molto intelligente, che ritrovavo un poco in Christopher, il protagonista del libro. Sta di fatto che è uno di quei libri per i quali non vedevo l’ora di avere un po’ di tempo da dedicare alla lettura per poter andare avanti con la storia e, soprattutto, per stare un po’ in compagnia del protagonista e conoscerlo meglio!

Puoi trovare altre notizie anche su:

  • wikipedia, una enciclopedia aperta gestita da editori volontari;
  • amolamatematica.it, il sito di Daniela Molinari, un’insegnante di matematica.

Sul sito della casa editrice Einaudi, puoi leggere un piccolo estratto del libro.

  🙂 Attualmente disponibile in libreria.

La bella di matematica

Alessandro Cecconato
La bella di matematica
Editrice Santi Quaranta, 2012
ISBN 978-88-97210-12-2
pagg. 151, euro 13

La bella di matematica

Alessandro Cecconato ha 18 anni ed è di Povegliano (in provincia di Treviso, a una quarantina di chilometri da Chirignago). Vi dico questo perché la sua età e la sua vicinanza alla località in cui vivo sono stati tra gli elementi che mi hanno spinto a leggere questo libro, oltre al fatto che la protagonista fosse, come me, un’insegnante di matematica.
Il libro non m’è parso un capolavoro letterario, però si fa leggere volentieri e soprattutto, purtroppo, mi è parso molto vero, molto vicino anche ad alcune mie esperienze di quando ero studente liceale. Lo consiglio a tutti quelli che, magari anche solo vagamente, aspirano a diventare scrittori e a tutti quelli che non sopportano il fatto che “volenti o nolenti, sia sempre il professore ad avere la penna dalla parte del tappo”.

Puoi trovare informazioni riguardanti questo libro anche su:

Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie

Lewis Carroll
Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie. Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò
a cura di Martin Gardner
BUR, Milano, 2010
ISBN 88-17-03855-5
pagg. 360, euro 19.90

Copertina di "Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie"

“Per prima cosa vorrei dire che questo libro mi è proprio piaciuto. Me lo sono letto in tre giorni e mi ha proprio preso. All’inizio non pensavo che fosse una storia così bella, ma cominciando a leggere ho capito che mi ero sbagliata.
Se devo dire la verità, non ho capito proprio tutte le parti, perché sono piene di ghirigori, ma nel complesso la storia era simpatica.
Come Alice nel libro, anche io mi sono sentita confusa da tutte quelle domande strane che le pongono gli abitanti del Paese delle Meraviglie: per questo sono riuscita ad entrare molto nel personaggio!
La parte che mi è piaciuta di più è il capitolo 7 (Un tè da matti): sono simpaticissimi il cappellaio e il leprotto marxzolino; una cosa che mi ha fatta ridere è come si fa ad aggiustare un orologio con la marmellata.
Un capitolo un po’ confuso è il 6 (Porcello e pepe); si svolge nella casa della Duchessa, la quale ha un figlio che starnutisce e piange tutto il tempo, per via del pepe che c’è nell’aria; non è molto chiaro il personaggio della cuoca, che lancia di tutto addosso alla Duchessa e al bimbo, ma dopotutto… è il Paese della Meraviglie!
Direi che questo è un buon libro da leggere per i ragazzi delle medie, ma anche ai bambini delle elementari potrebbe piacere, perché non è scritto in modo particolarmente difficile. Concludendo: credo che questo sia proprio un bel libro, anche se non ho capito che cos’ha di matematico e perché sia stato inserito nella lista dei libri da leggere per matematica.”
Maria Isandelli, classe III C a.s. 2011/2012

Puoi trovare altre informazioni riguardanti questo libro anche su:

Puoi anche leggerti tutte Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie su internet, volendo.

🙂 Attualmente (settembre 2012) il libro è disponibile nelle librerie.

220 284

Daniele Baldissin
220 284. Una riflessione sull’amicizia attraverso la storia di due ragazzi
L’Autore Libri Firenze, 2007
ISBN: 9788851714642
pagg. 176, euro 15.80

 Copertina di "220 284"

Puoi trovare altre informazioni riguardanti questo libro anche sul sito dell’editrice Firenze Libri. Puoi anche leggere l’inizio del romanzo, per vedere se ti può appassionare.

😥 Attualmente non disponibile in libreria (settembre 2012)

La solitudine dei numeri primi

Paolo Giordano
La solitudine dei numeri primi
Mondadori, 2008
ISBN: 9788804577027
pagg. 312, euro 13

Copertina de "La solitudine dei numeri primi"

“Il ibro racconta la storia di due ragazzi innamorati, Alice e Mattia, da quando sono piccoli a quando diventano adulti. Mattia considera loro due come “due primi gemelli, soli e perduti, vicini ma non abbastanza per sfiorarsi davvero”. Questo libro non mi è piaciuto molto, perché è molto triste e angosciante.”
Giovanna Artuso, classe II C a.s. 2011/2012

Giovanna ha ragione: questo libro è un po’ triste e, secondo me, non è certo adatto ai più piccoli. Ma per una ragazza o un ragazzo di terza media, a cui piace riflettere sulle storie degli altri, può essere molto bello e toccante. Non è un libro di matematica: non ci sono formule, nè dimostrazioni, niente teoremi o definizioni. Però la matematica è una costante nella vita di uno dei due protagonisti e può farvela vedere non solo come una materia da studiare, ma anche come una delle possibilità della mente umana, a cui appassionarsi e magari persino aggrapparsi nei momenti più difficili.

Puoi trovare altre informazioni riguardanti questo libro anche sul portale di matematica dell’Università Bocconi.

🙂 Attualmente (settembre 2012) il libro è disponibile nelle librerie.

Gli artisti dei numeri

Albrecht Beutelspacher
Gli artisti dei numeri
Salani, 2008
ISBN: 9788884517678
pagg. 186 euro 12.00

 Copertina de "Gli artisti dei numeri"

Puoi trovare altre informazioni riguardanti questo libro anche:

😥 Attualmente (settembre 2012) il libro è esaurito, ma è in arrivo la nuova edizione a 9,00 euro.

L’ultima storia di Miguel Torres da Silva

Vogel Thomas
L’ultima storia di Miguel Torres da Silva. La matematica dei sentimenti, i sentimenti della matematica
Ponte alle Grazie, 2003
ISBN: 9788879286305
pagg. 175, euro 10.00

 Copertina de "L'ultima storia di Miguel Torres da Silva"

Puoi trovare altre informazioni riguardanti questo libro anche su:

😥 Attualmente (settembre 2012) il libro è fuori catalogo.

La ragazza e il professore

Jean-Claude Carrière
La ragazza e il professore
Rizzoli, 2005
ISBN 8817008656
pagg. 154, euro 14,50

Copertina di "La ragazza e il professore"

Puoi trovare altre informazioni su questo libro anche su amolamatematica, il sito della professoressa Daniela Molinari.

😥 Attualmente (settembre 2012) il libro è fuori catalogo.

Flatlandia

Edwin A. Abbott
Flatlandia, racconto fantastico a più dimensioni
Adelphi edizioni, Milano 1993
ISBN 978-8845909825
pagg. 166, euro 8.00

 Copertina di "Flatlandia"

Questo è uno dei miei “libri matematici” preferiti. Si tratta di un libro scritto nel 1882, quindi certo non è tra le novità in libreria. Eppure è un libro moderno, provocatorio, sottile, sconcertante. Parla di geometria, sì, ma in un modo tutto particolare. Innanzitutto è una geometria dal punto di vista delle figure piane stesse, che non sono solo l’oggetto del libro, ma anche, se si può dire, il soggetto (il narratore, per intenderci, è un quadrato). In secondo luogo ci fa riflettere sulla questione delle dimensioni (zero, una, due, tre, ma anche quattro e perché no: di più!) in modo mirabile. E ancora: questo mondo geometrico ha molto in comune con il mondo degli umani, in termini di non accettazione di un pensiero diverso da quello dominante o di ingiustizie sociali.

L’edizione che io ho citato qua sopra è quellla più economica tra quelle attualmente in commercio (riconoscete l’autore dell’immagine scelta per la copertina?). Bollati Boringhieri ne ha pubblicata un’altra, con allegato un film, su DVD, del matematico Michele Emmer. Su YouTube si può avere un assaggio di questo film, che comunque potremo vedere insieme!

“Flatlandia è suddivisa essenzialmente in due parti: nella prima si racconta del paese di Flatlandia raccontando la natura, il clima, descrivendo i tipi di abitanti, i metodi di riconoscimento tra una figura e l’altra, i preti eccetera… La seconda parte invece parla degli altri mondi e di un quadrato che va ad esplorarli: Linelandia e soprattutto Spacelandia. La cosa che mi è piaciuta particolarmente è quando questo quadrato va in Spacelandia, conosce la Sfera e va a visitare e cerca di diffondere la teoria delle tre dimensioni; anche quando visita Linelandia, che poi si rivela un sogno, è molto interessante.La parte meno interessante è stata la prima, quando si descriveva il mondo di Flatlandia. Io lo consiglierei ai ragazzi di II e III media, la prima però a quelli di terza in particolare, per il linguaggio e le spiegazioni.”
Matilde Busatto, classe III C a.s. 2011 / 2012

“Il libro è diviso in due parti. Nella prima, con poche frasi, l’autore indica le regole fisse entro le quali si svolgerà la storia e inquadra subito i personaggi, suddivisi in vari gruppi sociali e mi è sembrato ovvio che più lati avesse un abitante di Flatlandia, più importante fosse considerato. Le case e tutto il resto non le avrei mai immaginate in un mondo che non fosse Flatlandia. La seconda parte racconta della sccoperta, da parte del protagonista, dell’esistenza di altri mondi oltre al suo bidimensionale dove è sempre vissuto. Di questo libro mi è piaciuta soprattutto la prima parte che racconta come sono fatti i diversi abitanti.”
Francesca Galvan, classe III C a.s. 2011 / 2012

“Questo libro parla della città di Flatlandia, delle sue regole e dei suoi abitanti. La voce narrante è quella di un abitante di Flatlandia. Nel primo capitolo vengono descritti i personaggi e le regole che si sono dati uomini e donne. Gli abitanti sono descritti come delle forme: le donne sono dei segmenti, gli uomini dei poligoni e i soldati dell’esercito sono dei triangoli isosceli.”
Lorenzo Mezzato, classe II C a.s. 2011 / 2012

Puoi trovare altre informazioni riguardanti questo libro anche su:

  • amolamatematica, il sito della professoressa Daniela Molinari;
  • math.it, il sito del professor Carlo Piscchedda  

La versione in lingua inglese (ma attento: è un inglese un po’ arcaico, quindi più difficile del solito) si trova liberamente a questo indirizzo: http://www.geom.uiuc.edu/~banchoff/Flatland/

Zio Petros e la congettura di Goldbach

Doxiadis Apostolos
Zio Petros e la congettura di Goldbach
Bompiani, Milano, 2001
pagg. 141, euro 7.00

 Copertina di "Zio Petros e la congettura di Goldbach"

“Il libro parla di uno zio solitario, bravissimo in matematica, che abita in Grecia. Della sua famiglia, l’unico a volergli sinceramente bene era il nipote. Petros aveva tentato, anni prima, di risolvere la congettura di Goldbach. Alla fine Petros, ormai delirante, muore, ma il nipote crede nel fatto che avesse dimostrato il teorema. Mi è piaciuta particolarmente la figura dello zio, e non mi è piaciuta la fine che fa. Lo consiglierei a chi ama la lettura; il libro ha a che fare con la matematica, ma senza esagerare con la dose!”
P.T., classe III C a.s. 2011 / 2012

Puoi trovare altre informazioni riguardanti questo libro anche su amolamatematica, il sito della professoressa Daniela Molinari.

La chioma di Berenice

Denis Guedj
La chioma di Berenice
Longanesi, 2003
ISBN 8830420948
pagg. 382

 Copertina de "La chioma di Berenice"

“L’azione si sviluppa nell’Alessandria di Egitto dei Tolomei. Lago, figlio del re Evergete, sale al trono e incarica Eratostene, direttore della biblioteca di Alesssandria, di calcolare la misura della circonferenza della Terra. Eratostene decide che la misura dovrà essere effettuata lungo il meridiano di Alessandria, cioè risalendo il Nilo fino a Siene. Mentre gli uomini di scienza studiano, Lago è in grave pericolo… La parte che mi è piaciuta di più del libro è alla fine, quando Arsinoe (figlia minore di Evergete e Berenice) e Teofrasto (naturalista e filosofo) scendono nel pozzo per vedere se il sole li ragginge fin lì; invece non mi è piaciuto il finale, perché è molto triste. Consiglierei questo libro a chi piace leggere storie lunghe, intricate e complicate!”
Alessandra Pastore, classe II C a.s. 2011 / 2012

“La storia è ambientata ad Alessandria d’Egitto e racconta del matematico Eratostene; in particolare tratta di una sua missione, ovvero la misurazione della circonferenza della Terra, missione che Eratostene riesce a concludere grazie a Berenice e al principe Lago. Questo libro è stato interessante, anche se a volte era pesante perché rimaneva molto su cose che secondo me si poteva andare avanti. Però come libro è interessante e significativo. Potrebbe leggerlo chiunque, credo che piacerebbe di più a chi piace leggere molto, perché è lungo.”
Giorgia Ardizzon, classe II C a.s. 2011 / 2012

“Questo libro mi è piaciuto perché ti permette di conoscere la storia e come si viveva a quel tempo e per come ti descrive l’imponenza dei monumenti e del faro di Alessandria. Non mi piaceva quando ricominciavo a leggere e mi ero scordato i nomi dei personaggi.”
Andrea Segato, classe II C a.s. 2011 / 2012

Puoi trovare informazioni riguardanti questo libro anche su amolamatematica, il sito della professoressa Daniela Molinari.

Il teorema del pappagallo

Denis GuedJ
Il teorema del pappagallo
Longanesi, Milano, ed.it. 2003
ISBN 8830417580
pp. 562, euro 8,90

Copertina de "Il teorema del pappagallo"

“Max è un bambino sordo ma intelligente, che vive con la madre sopra una libreria gestita da un anziano signore: Ruche. Un giorno Max va al mercatino delle pulci e salva un pappagallo da due uomini che gli volevano far del male. Ruche, nel frattempo, riceve una lettera da un amico, che gli dice di avergli inviato tutti i suoi testi matematici e di essere in pericolo. Quest’amico, che poco dopo morirà, aveva confidato il teorema di Fermat ad un pappagallo col dono di parlare. Ruche, per comprendere la strana morte dell’amico, si mette a studiare tutti i testi da lui ricevuti. Per me questo libro è stato lungo e pesante; non mi è piaciuto molto perché la storia della matematica è mescolata ad un giallo.”
Marco Cattelan, classe III C a.s. 2011/2012

Puoi trovare informazioni riguardanti questo libro anche su

  • amolamatematica, il sito della professoressa Daniela Molinari;
  • il Volta Pagine, un blog dedicato ai libri e alla lettura; la recensione di questo libro è della professoressa Alessandra Angelucci.

L’uomo che sapeva contare

Malba Tahan
L’uomo che sapeva contare. Le mille e una notte dei numeri
Salani, Firenze, ed.it. 1996
ISBN 8877824816
pp. 207, euro 13,00

 Copertina de "L'uomo che sapeva contare"

Puoi trovare informazioni riguardanti questo libro anche su:

  • amolamatematica, il sito di Daniela Molinari, una professoressa di matematica che è stata mia compagna all’Università;
  • math.it, il portale dedicato alla didattica e alla divulgazione della matematica del prof. Carlo Piscchedda